Domanda:
I sistemi indiani avevano davvero i fidanzati?
rahul
2012-06-04 00:43:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Citazioni di Wikipedia:

Le difese indiane di g6 accoppiato con d6, o b6 accoppiato con e6, furono ampiamente insegnate ai giocatori europei dall'esempio di Moheschunder e altri indiani, ai quali il fianchetto gli sviluppi erano un'eredità naturale del loro stesso gioco.

(Il "proprio gioco" in questo caso significa la vecchia variante.) Tuttavia, la mia comprensione di Shatranj / Le regole di Chaturanga non consentono affatto i movimenti del fianchetto.

Esiste un'altra variante più vecchia che consente i movimenti del fianchetto che queste persone giocavano?

Una risposta:
#1
+8
ETD
2012-06-04 01:08:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La pagina a cui ti sei collegato menziona che "Mohishunder giocava originariamente a scacchi tradizionali indiani, in cui i pedoni non avevano la possibilità di spostare due caselle dalla riga iniziale". Penso che il riferimento agli scacchi tradizionali indiani non si riferisca completamente a shatranj / chaturanga, ma piuttosto a questa variante del XVIII e XIX secolo, che presenta alcune differenze significative dagli scacchi come li conosciamo oggi, ma apparentemente non preclude in alcun modo un fianchetto. E poiché queste regole precludono qualsiasi avanzamento di due caselle di un pedone, sembra ragionevole che i sistemi che combinano g6 / d6 o b6 / e6 sorgano naturalmente come metodi per sviluppare gli alfieri in quella variante.

Riferimenti aggiornati: come l'OP ha notato in un commento, la voce di wikipedia a cui ho collegato non indica alcun materiale di origine. Ho trovato un'altra pagina che descrive questa variante con il nome Hindustani Chess e include un utile puntatore al libro del 1913 A History of Chess , un tomo di 900 pagine scritto da HJR Murray, che descrive questa particolare variante degli scacchi nel suo Capitolo IV. A quanto pare, Skyhorse Publishing ripubblicherà il libro entro la fine dell'anno. Dal loro blurb:

Un'opera epica che ha richiesto più di un decennio per essere completata, A History of Chess, originariamente pubblicata nel 1913, è stata un'impresa storica che ha infranto i preconcetti sul gioco al suo rilascio. Oltre un secolo dopo, la ricerca di Murray, in cui sostiene che gli scacchi abbiano avuto origine in India, è ancora ampiamente accettata dalla maggior parte degli storici degli scacchi.

Sembra plausibile, ma un po 'insoddisfacente poiché non sembra esserci alcuna risorsa che descriva quella variante :(
@blufox: Sono completamente d'accordo con la tua valutazione :(, quindi ho appena aggiunto alcuni dettagli bibliografici.
grazie !, questo sicuramente aiuta, questa particolare variante di scacchi sembra avere poca differenza tra gli scacchi standard tranne che per la prima mossa del pedone, quindi i fidanzati e altre strategie avrebbero potuto effettivamente essere trasferiti da quella variante. Spero sicuramente di acquistare il volume a cui mi riferisci.
@rahul Google Libri ha finalmente eseguito [una scansione] (https://books.google.com/books?id=VBYLAAAAIAAJ) del classico libro di Murray _A History of Chess_ di pubblico dominio (come dovrebbe essere, per un libro pubblicato prima 1923); L'ho [ricaricato su archive.org qui] (https://archive.org/details/AHistoryOfChess) nel caso in cui quello su Google Libri non funzioni.
@rahul In particolare, il Capitolo IV, che tratta degli scacchi in India "al momento" (dal 1913), inizia [a pagina 78] (https://archive.org/stream/AHistoryOfChess/A_History_of_Chess#page/n83/mode / 2up), con ["Hindustani chess" a partire da pagina 81] (https://archive.org/stream/AHistoryOfChess/A_History_of_Chess#page/n87/mode/2up). Alcune parole sono troncate a causa della qualità della scansione, ma al momento puoi leggere molto sulle regole (per lo più corrispondenti a ciò che è nei collegamenti sopra), oltre a riferimenti a ulteriori riferimenti.
@ShreevatsaR grazie per aver caricato la scansione su archive.org. Molto apprezzato!
Nota che negli scacchi indiani non è solo l'alfiere (noto anche come cammello) che viene fidanzato, ma anche il re. Dato che è consentito muoversi una volta come cavaliere, ma non ci sono castelli, g3-Kg2 è il modo più veloce per portare il re verso l'angolo, dove troverà più sicurezza.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...