Domanda:
Come si può determinare l'apertura o l'apertura trasposta dalla formazione / struttura pedonale esistente?
xaisoft
2012-05-17 21:44:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una volta mi è stato detto che puoi determinare un'apertura o un'apertura trasposta semplicemente da come sono strutturate le pedine sul tabellone. È questo il metodo normalmente utilizzato per determinare se un'apertura è stata trasposta in un'altra attraverso una sequenza di mosse? Ho trovato interessante il modo in cui i migliori giocatori di solito riescono a vedere una trasposizione molto rapidamente.

Tre risposte:
#1
+8
ETD
2012-06-11 08:03:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In un certo senso, direi semplicemente: "Sì, la struttura dei pedoni sarebbe il primo indicatore che si è entrati / trasposti in una data apertura". Ma poiché non ci sono ancora altre risposte qui, mi prenderò la libertà di dire un po 'di più, spingendomi un po' oltre la domanda come l'hai posta.


Non mettere un punto troppo sottile, ma ecco un modo per guardare la questione: non è tanto che la struttura del pedone ti permette di riconoscere in quale apertura ti trovi (o hai trasposto), ma piuttosto che la struttura del pedone definisce quasi una data apertura. Infatti, mentre a certi livelli di gioco una conoscenza molto precisa delle linee di apertura è decisamente cruciale, si può andare abbastanza lontano senza concentrarsi troppo su particolari aperture , ma solo su particolari strutture e comprendere i tipi di piani e sviluppi dei pezzi appropriati per determinate strutture.

Questo tipo di approccio è molto nello spirito proverbiale di imparare a pescare, invece di ricevere un pesce (leggi : una riga di apertura). Non si può ignorare del tutto linee particolari, poiché si potrebbero ottenere "mosse ordinate" in posizioni / strutture che non si desidera giocare; il mio punto principale, tuttavia, è che penso che molti giocatori principianti e intermedi enfatizzino eccessivamente la conoscenza di particolari battute di apertura, ea volte possono essere troppo presi da etichette / nomi che, alla fine, non contano davvero e distolgono da considerazioni più utili.

Ecco un esempio di cosa intendo. Considera un gioco che inizia con un ordine di mosse di Trompowsky Attack, 1. d4 Nf6 2. Bg5 , che poi procede con 2. ... e6 3. e4 Be7 4. Nc3 d5 5. e5 Nfd7 6. Bxe7 Qxe7 7. f4 , raggiungendo la seguente posizione:

  rnb1k2r / pppnqppp / 4p3 / 3pP3 / 3P1P2 / 2N5 / PPP3PP / R2QKBNR con KQkq - 0 1  

Questa stessa posizione viene raggiunta molto più spesso tramite un ordine di mossa della Difesa francese: 1. e4 e6 2. d4 d5 3. Nc3 Nf6 4. Bg5 Be7 5. e5 Nfd7 6. Bxe7 Qxe7 7. f4 (nel mio database, ci sono solo 23 giochi che includono l'ordine di mosse precedente, ma 4050 che include questo). Quindi, anche se abbiamo iniziato con un Trompowsky, siamo finiti in una posizione che ora sarebbe chiamata la variazione di Steinitz della Difesa francese. Ma cosa c'è in un nome, davvero? Se il Trompowsky fosse vecchio quanto il francese, forse sarebbe il contrario e diremmo che in quest'ultimo caso ciò che è iniziato come un francese trasposto in un Trompowsky.

Ecco il mio punto: come noi arrivato qui non ha importanza una volta che siamo qui, e quello che chiamiamo non importa neanche per il nostro gioco di scacchi. In realtà ho sentito giocatori dire, in situazioni analoghe, qualcosa del tipo "Oh, quindi ora devo imparare anche la difesa francese". Ma questo non ha davvero senso, non più di quanto sarebbe per un giocatore della Difesa francese che ricopre questa posizione pensare di dover improvvisamente iniziare a raccogliere libri sul Trompowsky. Ciò di cui ogni giocatore ha veramente bisogno è capire la struttura che si presenta, indipendentemente dall'ordine di mosse utilizzato per arrivarci e dal nome di un'apertura che la posizione riceve.


Detto questo , Probabilmente dovrei dire qualcosa su "imparare a pescare". Una buona risorsa è il classico Scacchi della struttura dei pedoni di Andrew Soltis, che esamina i piani appropriati in determinate strutture tramite molti giochi illustrativi, in capitoli suddivisi per famiglie di apertura, con titoli come: The Caro-Slav Family, The Open Sicilian-English, The King's Indian Complex, The Panov Formation, ecc. Scoprirai che le recensioni dei lettori nel link generalmente appoggiano saldamente il libro di Soltis; così come persone come Jeremy Silman.

Un altro libro che utilizza giochi illustrativi per spiegare certi tipi di strutture dei pedoni è Capire il gioco dei pedoni negli scacchi di Dražen Marović. Una differenza rispetto al libro di Soltis è che i capitoli sono suddivisi in base agli aspetti concreti di varie strutture di pedoni, con titoli come Pedoni isolati, Pedoni doppi, Catene dei pedoni, Isole dei pedoni, ecc. John Donaldson ha dato un molto recensione positiva del libro di Marović.

Citerò anche l'opera più vecchia di Hans Kmoch Pawn Power in Chess del 1959, perché ho acquistato Quel libro all'inizio quando ho iniziato a giocare a scacchi, e anche se non ero davvero preparato al momento, penso che abbia molto da offrire. Puoi avere un'idea del libro e del suo valore dall'anteprima e dalle recensioni nel link. Ma come diranno tutti coloro che menzionano questo libro in un modo o nell'altro, Kmoch cerca di essere eccessivamente "scientifico" nel suo approccio e introduce un sacco di sfortunata terminologia che fa più per oscurare che per illuminare. (Ad esempio, leucopenia e melanpenia sono coniate rispettivamente per i punti deboli del quadrato chiaro e del quadrato scuro.) Ma se superi quel tipo di gergo, ignorandolo semplicemente meglio che puoi, il libro contiene informazioni veramente utili e si presenta sotto forma di un'edizione Dover tipicamente economica.

#2
+4
James Tomasino
2012-06-11 07:59:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel libro di Andrew Soltis Pawn Structure Chess, entra nei dettagli sui tipi di posizioni dei pedoni in cui ti imbatti con aperture specifiche, su come si relazionano ad altre aperture con strutture simili e quando il le trasposizioni sono comuni.

esaminerei quella risorsa e altre simili per le specifiche che stai cercando.

#3
  0
Rauan Sagit
2013-12-03 03:04:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Considera questo esempio

  [FEN ""] 1.e4 c5 2.Nf3 e6 3.d4 d5 4.e5 Nc6 5.c3  

Qui vediamo una transizione dal sistema siciliano a quello francese. Il nero ha deciso di trasporre suonando 3 ... d5 invece di 3 ... cxd4. White potrebbe accettare la trasposizione in modi diversi. Il bianco ha avuto opzioni extra rispetto alla normale variazione francese, dove

  [FEN ""] 1.e4 e6 2.d4 d5 3.Nf3  

non essere saggio poiché il pedone e4 è sospeso. Pertanto, il bianco potrebbe probabilmente avere la meglio sulla trasposizione mostrata nel primo diagramma, scegliendo qualcosa di diverso da 4.e5 (ad esempio 4.exd5 seguito da Bb5 + e O-O). Tutto sommato, più sistemi di apertura conosci, meglio diventi nella trasposizione tra di loro e nel riconoscimento delle trasposizioni. Mentre un sistema di apertura è spesso definito dalle sue strutture di pedoni, poiché i pedoni non possono muoversi all'indietro e quindi la struttura di pedoni ha un impatto determinante sul resto del gioco. Ogni sistema ha i suoi scambi di pedoni intrinseci, ad es. c5xd4 nel sistema siciliano, c4xb5 nella mossa del Volga. Inoltre, ci sono tipiche formazioni di pedoni (ad esempio il d6, e6, f7, g6, h7 del drago siciliano). Quindi in realtà non c'è magia, a parte la memoria e il riconoscimento di schemi!



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...